UN MITO: Roberto Dal Bosco.

Un giovane turista aggredisce Berlusconi in piazza Navona

ROMA – Un giovane turista di Mantova stasera in Piazza Navona ha lanciato in direzione del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi il treppiedi della macchina fotografica. Il premier stava raggiungendo a piedi la casa di un amico malato.
Berlusconi ha subito una leggera contusione tra l'orecchio destro ed il collo che gli ha provocato un piccolo ematoma. Il premier è rientrato a Palazzo Grazioli dove è stato visitato, a scopo precauzionale, dal medico di Palazzo Chigi.
L'aggressore è stato bloccato dagli agenti della scorta e trasferito in questura per essere interrogato negli uffici della Digos.
Il turista si chiama Roberto Dal Bosco, ha 28 anni, fa il muratore: stava trascorrendo a Roma una vacanza. In piazza sembra fosse solo.
Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha telefonato al premier Berlusconi per esprimergli la sua solidarietà.

da www.repubblica.it 

Tutta la mia stima e solidarietà a questo ragazzo, evidentemente ne aveva talmente le palle piene che appena ha visto il premier ha fatto quello che milioni di Italiani hanno sempre sognato.

UN MITO: Roberto Dal Bosco.ultima modifica: 2004-12-31T20:19:01+01:00da pappice1976
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “UN MITO: Roberto Dal Bosco.

  1. Quello ke tu chiami “emerita testa di cazzo incivile” è l’UNICO italiano ke negli ultimi 15 anni ha alzato la testa!!! Del Bosco ha dato l’unica soluzione possibile ke si può utilizzare contro quel nano bastardo…VIOLENZA (e te lo dice uno ke è sempre stato un pacifista convinto!!)
    La cosa ke xò mi da più fastidio è ke nel 2009 si parli ancora di destra e sinistra…vuol dire ke la tecnica del lavaggio del cervello utilizzata dalla politica sta dando i suoi frutti…sta crescendo una popolazione ke nn utilizza più l’intelletto!!! una popolazione ke utilizza parole cm “OPPOSIZIONE”
    qnd i politici marciano praticamente tt nella stessa direzione!!!svegliatevi!!!Berlusconi nn è una persona, ma un’insieme di persone!!! Noi siamo molti di più, il problema è ke siamo divisi, e da bravi pecoroni ci lasciamo suddividere ancora di più dagli stessi politici ke intelligentemente alimentano l’odio razziale di qls genere(terroni vs polentoni, bianki vs neri, omo vs etero)

Lascia un commento